Bladelifter: il BladeMAX 650

Più forte di tutti! Il “blade lifter” di nuova concezione con il nome BladeMAX è di gran lunga il più potente sul mercato.

Con un momento massimo ammesso di 650mT, è in grado di muovere le nuovissime mega pale eoliche in modo da poterle trasportare in modo sicuro ed efficiente in aree boscose o edificate, in passaggi stradali stretti o in montagna.

Un funzionamento flessibile

Montato su un semovente o tra linee di assi modulari, con questo adattatore è possibile caricare pale eoliche, innalzarle fino a un angolo di circa 90°, orientate e ruotate di 360° intorno al proprio asse. Su richiesta è addirittura disponibile un terzo asse di rotazione verticale, che consente un ulteriore angolo di rotazione laterale di 20°. Un’opzione richiesta per l’impiego in aree fortemente urbanizzate.

La cinematica di ribaltamento brevettata nel BladeMAX è unica nel suo genere. Grazie a questo sofisticato dispositivo a leva, la posizione del baricentro risulta notevolmente più stabile che non nei dispositivi convenzionali, quando la pala viene mossa dalla posizione verticale a quella orizzontale. Inoltre questa progettazione fa sì che la struttura abbia un’altezza complessiva piuttosto limitata.

Struttura stabile, sicurezza nelle operazioni

Una maggiore sicurezza nella movimentazione è assicurata dal sistema di controllo della stabilità (anch’esso brevettato). I dati dei molteplici sensori vengono raccolti, inviati all'unità di comando centrale ed elaborati. Tutte le informazioni rilevanti ai fini della sicurezza vengono monitorate in modo permanente. L’utente riceve un segnale di allerta non appena si avvicina ai valori critici. Tuttavia la tolleranza è notevolmente superiore rispetto ai sistemi finora utilizzati.

L’interazione dell’elettronica, dell'idraulica e della visualizzazione aumenta la sicurezza nello spostamento del baricentro quando vengono mosse le pale. Pertanto il BladeMAX non necessita dell’aggiunta di contrappesi di peso di svariate tonnellate.

Con lo sviluppo di questo blade lifter, il gruppo Faymonville si addentra in una nuova dimensione del trasporto di pale eoliche.

Share onLinkedIn