Due Cometto Eco1000 destinati al trasporto di un ponte

I semoventi si sono rivelati l’asso nella manica che Schares ha potuto mettere sul tavolo.

Una pianificazione precisa e minuziosa è essenziale nel trasporto di carichi pesanti. Durante il posizionamento di un ponte della ditta Schares a Oberhausen, è stato dimostrato come vanno le cose quando tutti gli ingranaggi funzionano correttamente. Si trattava allo stesso tempo del loro battesimo del fuoco nel segmento semovente. Per questa operazione, l’azienda si affida a due nuovi veicoli di trasporto Cometto Eco1000.

I primi sei elementi per un totale di undici dovevano essere trasportati fuori dal paese da Schares durante una missione in notturna. I due semoventi a 6 assi nella combinazione side-by-side in abbinamento elettronico si sono rivelati la soluzione di trasporto ideale per il sollevamento di ponti. La capacità di carico utile complessiva ammontava a ben 520t.

Cometto Eco1000 l’asso nella manica 

A Oberhausen i dipendenti di Schares Joe Schönfeld e Dominik Stoßborg si sono occupati a turno del comando dei veicoli da trasporto semoventi. Un unico radiocomando con schermo da 4,3” in tal caso è sufficiente per manovrare un tale convoglio side-by-side. Quella sera la strada e il sottopassaggio sono stati completamente chiusi al traffico. Un sollevamento delle sezioni del ponte lunghe 14 m tramite una gru non era possibile perché avrebbe costretto la Deutsche Bahn (società ferroviaria tedesca) a un costoso smantellamento delle linee elettriche sopra i binari. I semoventi Cometto Eco1000 si sono rivelati l’asso nella manica che Schares ha potuto mettere sul tavolo.

Quando è arrivato il segnale che le linee elettriche erano senza corrente, il convoglio si è messo all’opera. Per compensare l’altezza del ponte, sul semovente side-by-side erano inoltre montate tavole di spessoramento e cavalletti per il sollevamento. In questa configurazione, i semoventi Cometto Eco1000 si sono spostati in posizione abbassata sotto le sezioni del ponte da caricare.

“Missione conclusa con successo!”

Dopo un posizionamento esatto, i veicoli hanno sollevato dai supporti 2 sezioni di ponte contemporaneamente. Tale operazione è stata ripetuta per tre volte. È qui che il Cometto Eco1000 ha potuto mostrare con profitto la sua escursione della sospensione di 700 mm. In seguito si è spostato indietro di 30 m verso una gru mobile che ha preso in consegna gli elementi di ponte già rivettati e li ha caricati su un semirimorchio a pianale alto. Una missione notturna impegnativa, in cui dopo sei ore di lavoro concentrato, alla direzione è arrivato il messaggio di sollievo: “Missione compiuta!”

Per Schares quest’operazione rappresenta l’ingresso nel business dei semoventi. Una prima significativa, per la quale – 28 anni dopo l’acquisto del primo semirimorchio a pianale super ribassato a 2 assi Faymonville – si è ricorsi nuovamente al know-how del gruppo Faymonville. Christoph Schares si mostra entusiasta del modo semplice e preciso in cui è stato possibile posizionare i semoventi Eco1000 sotto il carico, grazie alla sterzatura multidirezionale elettronica. “In futuro, questa tecnologia di trasporto orizzontale semovente della ditta Cometto completerà le nostre gru in cantiere, consentendoci di offrire ai nostri clienti un reale valore aggiunto e, soprattutto, grazie ad un unico fornitore."

Share onLinkedIn
I due semoventi a 6 assi nella combinazione side-by-side in abbinamento elettronico si sono rivelati la soluzione di trasporto ideale per il sollevamento di ponti.
È qui che il Cometto Eco1000 ha potuto mostrare con profitto la sua escursione della sospensione di 700 mm.
Christoph Schares si mostra entusiasta del modo semplice e preciso in cui è stato possibile posizionare i semoventi Eco1000 sotto il carico, grazie alla sterzatura multidirezionale elettronica.