Collaborazione all’interno del cantiere navale

Generalmente i vari delle navi sono presentati con grande enfasi.

 Le grandi navi vengono battezzate e quindi varate facendole scendere in acqua con grandi cerimonie. Questo evento è la conclusione di un processo di costruzione che dura mesi ed è caratterizzato da un gran numero di operazioni di trasporto di merci pesanti.

All’interno e tra le sale, i componenti della nave devono essere spostati costantemente da un punto del cantiere a un altro. Questo processo è visibile a Braila, in Romania. Qui la società VARD del Gruppo Fincantieri opera due dei cantieri navali presenti in questo Paese.

Angolo di sterzata di +/- 130° per curve strette

Per fare in modo che i numerosi elementi singoli si uniscano, dando finalmente forma a una grande nave, vengono impiegati due trasportatori per cantieri navali Cometto tipo SYT 3/2. “Essendo rimasta molto soddisfatta delle prestazioni fornite in tutti questi anni dal primo veicolo, VARD ha deciso di acquistare un secondo veicolo identico”, spiega Responsabile Vendite Giovanni Monti.

Con questi due veicoli speciali, VARD movimenta un’ampia gamma di componenti all’interno del cantiere navale di Braila. La superficie di ogni piattaforma caricante è di 75 m² e ognuna può trasportare 156 t. Dato che possono essere combinati insieme, i veicoli ad azionamento idrostatico offrono la massima flessibilità per quanto riguarda le dimensioni del carico utile. L’angolo di sterzata di +/- 130° in entrambe le direzioni garantisce la possibilità di ruotare anche negli spazi più stretti.

La tecnologia più avanzata per la massima sicurezza

“Lo sterzo preciso e il potente sollevamento idraulico rendono i trasportatori così preziosi per la logistica nei cantieri navali”, afferma Giovanni Monti che ne elenca i vantaggi, quindi aggiunge: “Il controllo elettronico dell’altezza e la compensazione idraulica degli assi assicurano un’uguale distribuzione del carico tra tutte le ruote, indipendentemente dal terreno.”

Presso la società rumena VARD, l’operatore nella sua cabina ergonomica può contare sul know-how più moderno. Il sistema di diagnostica digitale fornisce tutte le informazioni di controllo necessarie in tempo reale. Si tratta di una tecnologia sofisticata per la massima sicurezza dei trasporti, come spiega ancora Giovanni Monti. “Il computer di bordo offre una visione costante del peso e del baricentro del carico. La protezione da sovraccarico sulla guida e la regolazione automatica della potenza offrono ulteriore supporto.”

La sicurezza è al primo posto ed è garantita grazie all’uso intelligente delle tecnologie. Ciò significa che nel prossimo futuro i trasportatori per cantieri navali Cometto continueranno a svolgere i compiti più difficili a Braila.

Share onLinkedIn